La magia del Carnevale di Venezia



Ho scoperto il Carnevale di Venezia nel 2007, sono ritornata due anni dopo nel 2009, e devo ammettere che ci tornerei subito, ogni anno, anche domani! Perchè c'è poco da fare, il Carnevale di Venezia è unico nel suo genere, e a me piace davvero troppo! Non per niente è una delle feste più conosciute ed apprezzate del mondo e spesso i turisti si fanno anche centinaia di chilometri per parteciparvi...



Se vi aspettate sfilate di carri imponenti siete davvero fuori strada! Primo, perchè sarebbe problematico farli passare per gli stretti vicoli e i numerosissimi ponti di Venezia, secondo perchè questo Carnevale rimane unico nel suo genere, con le maschere che si muovono esclusivamente a piedi (o al massimo in gondola!) e si mescolano completamente a turisti e passanti.



Il modo migliore per arrivare al Carnevale rimane secondo me il treno, che consiglio comunque sempre quando si vuole visitare Venezia. Vi avviso che la gente che si muove è davvero tanta e vi potrebbe anche capitare di dover fare l'intero viaggio in piedi (come è successo a me la seconda volta che sono andata!): d'altronde se si vogliono vedere più maschere sarebbe meglio andare nei weekend, anche se sono poi i giorni in cui l'afflusso è maggiore, magari il sabato è "leggermente" meno affollato della domenica... Al ritorno invece vi consiglio di arrivare sul treno un po' prima dell'orario di partenza...i treni partono proprio da Venezia e se siete fortunati si può trovare qualche posto a sedere!



Arrivati alla stazione di Santa Lucia si viene subito pervasi dall'atmosfera del Carnevale: le maschere sono infatti sparse un po' ovunque per la città, stanno ferme ai lati dei vicoli o nelle piazzette per farsi ammirare e fotografare, oppure ti accompagnano per un breve tratto di strada verso Piazza San Marco, considerata per tutti il vero e proprio fulcro della festa e punto di raccolta per turisti e non.



Le maschere sono qualcosa di indescrivibile, sono colorate, pittoresche, non ce n'è una uguale all'altra...alcune possono essere simili, ma non sono mai identiche, c'è sempre un dettaglio, un pizzo o un cappello che le rende uniche. Le mie preferite sono quelle con il volto completamente coperto, perchè le associo immediatamente alla simbologia di Venezia.



Le maschere sanno di piacere e di questo vanno fiere, ma è sempre un pavoneggiarsi positivo, un loro farsi ammirare che non nega mai una foto spesso anche insieme al turista. Per una come me che ama fare foto qui è come stare nel Paradiso terrestre...si arriva sempre troppo tardi e arriva sempre troppo presto il momento di doversene andare!



Non volendo sovraccaricare eccessivamente di foto questo articolo, ma volendo condividere con voi i colori e la magia che provo quando sono al Carnevale di Venezia, vi invito alla galleria fotografica completa cliccando qui.



E poi un ultimo consiglio...andateci perchè ne vale davvero la pena!



Etichette: , ,