Lanzarote: il nostro viaggio comincia così...



Per le vacanze estive di due anni fa, una delle proposte che ritornava con più ricorrenza era quella di Lanzarote, una delle isole dell'arcipelago delle Canarie. Allora, devo premettere subito che non sono una grande sostenitrice delle isole, sia perchè le associo immediatamente alla naturale idea di mare (che mi piace ma per uno o due giorni al massimo!), sia perchè su un territorio così circoscritto mi sento un po' limitata...a me piace, durante le mie vacanze, fissare una destinazione (o anche più di una), e da lì spostarmi in tutte le direzioni verso ciò che più mi interessa visitare...nord, sud, est e ovest, senza limiti di distanza. Questo ovviamente nelle isole non si può fare, specialmente in quelle piccole, perchè dopo esserti spostato un po' sei bloccato inevitabilmente dal mare! Tuttavia, seguendo il consiglio di chi c'era già stato, la nostra scelta è ricaduta proprio su Lanzarote e devo dire con grande sorpresa che mi sono dovuta ricredere! L'isola di per sé non è molto grande, ma presenta molte bellezze naturali da visitare e da alternare alle soste al mare; inoltre, pur facendo parte del territorio spagnolo, risente delle influenze della più vicina Africa sia a livello paesaggistico che di stile di vita. Avete mai sentito parlare di "paesaggio lunare"? Desolato, desertico, senza la contaminazione dell'uomo e dove lo sguardo può spaziare lontanissimo incontrando solo lievi alture? Ecco, le caratteristiche di Lanzarote sono proprio queste!






Ma procediamo con ordine...per raggiungere la nostra meta abbiamo prenotato con Ryanair un comodo volo diretto Bologna - Lanzarote della durata di quattro ore e mezza. Sinceramente partendo ad agosto il volo è costato abbastanza, se si ha la possibilità di poter scegliere un altro periodo i prezzi calano notevolmente...d'altronde a Lanzarote il clima è mite e piacevole durante tutto l'anno, anche in inverno! Siamo atterrati all'aeroporto di Arrecife, la capitale dell'isola, e qui siamo andati subito a ritirare la macchina che avevamo già in precedenza preso a noleggio tramite Internet, per raggiungere Puerto del Carmen, altra importante località turistica dove avremmo alloggiato per l'intera settimana.
Già nel tragitto non troppo lungo dall'aeroporto a Puerto del Carmen, abbiamo notato quanto fosse diversa e particolare la vegetazione, tra la quale spiccavano ovviamente cactus dalle forme più strane, molti bassi ed arrotondati.






E non è neanche inusuale imbattersi in recinti con all'interno struzzi e cammelli!






Il nostro alloggio era un grazioso residence completamente bianco, colore che caratterizza molti dei piccoli agglomerati di case o villaggi dell'isola. Dimenticatevi gli alti palazzi multipiano a cui siamo abituati nelle nostre città! Qui tutto è a misura d'uomo e si cerca di intaccare il meno possibile l'ambiente naturale!







Per fare rifornimento abbiamo fatto prima un giro nelle botteghe nei pressi del nostro residence, poi con la macchina abbiamo raggiunto il centro di Puerto del Carmen, molto più movimentato a livello turistico e di vita notturna. Qui potrete trovare un bel centro commerciale, numerosi negozi di souvenir e accedere comodamente all'ampia spiaggia libera, mentre di sera la passeggiata si anima grazie ai numerosi locali e ristoranti etnici sempre presi dall'assalto dai turisti che amano fare le ore piccole! Noi ne abbiamo provati un paio davvero molto buoni per gustare le specialità spagnole come la paella e le tapas, e la sera una passeggiata sul lungomare era praticamente d'obbligo! Non per niente questa cittadina si è aggiudicata la nomea di "Rimini" di Lanzarote...




Purtroppo il primo giorno di vacanza come spesso accade è volato tra il viaggio e la sistemazione negli appartamenti, da domani però si entra proprio nel vivo della bella isola di Lanzarote! Restate collegati e venite a scoprirla insieme a me nei prossimi post!


Etichette: , ,