La Toscana orientale: Arezzo e dintorni



La Toscana orientale è forse la parte meno turistica dell'intera regione, quella ancora poco visitata e nella quale si può ancora respirare un grande senso di pace e tranquillità, merito anche dei numerosi santuari, eremi o monasteri arroccati su speroni di roccia o isolati in folti boschi che contribuiscono ad infondere una nuova calma interiore a chi si immerge in queste terre.
L'ideale sarebbe disporre di almeno due o tre giorni per poter visitare senza fretta questo territorio, magari tenendo come base la sua città più importante, Arezzo, e da qui spostandosi per raggiungere i suoi dintorni.
Arezzo è ancora oggi una méta alquanto trascurata rispetto alle più famose Firenze o Pisa (solo per citarne un paio), ma sicuramente non è da sottovalutare in quanto è stata abbellita da artisti del calibro di Piero della Francesca e Vasari, quest'ultimo originario proprio di questa città.

Fontana della Chimera, simbolo di Arezzo


Il fulcro di Arezzo è sicuramente Piazza Grande, definita anche piazza Vasari per il contributo che le diede il celebre architetto, costruendo il Palazzo delle Logge che si affaccia proprio su di essa; tuttavia la caratteristica principale di questa piazza è quella di essere stata collocata su un terreno in discesa, particolarità ben visibile se la si osserva dalla parte opposta!






Palazzo delle Logge


Altro importante monumento della città è il Duomo, dedicato a San Donato, che conserva al suo interno un significativo affresco di Piero della Francesca, la "Maddalena".





Maddalena



La Cattedrale è senza alcun dubbio la chiesa più imponente di tutta Arezzo, che tuttavia vi offre anche chiese di più modeste dimensioni contenenti opere d'arte importanti, prima fra tutte la chiesa di San Francesco con un ciclo di affreschi di Piero della Francesca o la chiesa di San Domenico che ospita il Crocifisso di Cimabue.

San Domenico








Meritano un passaggio anche i ruderi dell'Anfiteatro Romano e la bella chiesa di Santa Maria delle Grazie con l'ampio porticato esterno. Infine una curiosità, se cercate la Fontana della Chimera come ho fatto io, non spaventatevi se la trovate completamente secca! Le fontane sono due, una di fianco all'altra, e quella ufficiale è funzionante!

Anfiteatro romano


Santa Maria delle Grazie




Nei dintorni di Arezzo non potete assolutamente perdervi la suggestiva cittadina di Cortona, risalente addirittura all'epoca etrusca. Di piccole dimensioni, ma che di certo vi conquisterà con le sue stradine strette pavimentate a lastroni e le sue costruzioni ben conservate che in un attimo vi riporteranno indietro nel tempo.


Palazzo Comunale




Duomo





Altra importante attrazione della Toscana orientale è il Castello di Poppi, a poco meno di un'ora di distanza da Arezzo; questo castello medievale domina dall'alto il borgo di Poppi con la sua torre decentrata che svetta verso il cielo. Il castello si può visitare liberamente al costo di 6 Euro.




Castello di Poppi







Per completare il giro ed immergervi ancora di più nella quiete di questa particolare zona della Toscana, vi consiglio di dedicare un po' del vostro tempo anche al solitario Eremo di San Francesco "Le Celle" ad appena 5 Km in macchina da Cortona, al duecentesco Castello di Montecchio per ammirare le sue imponenti mura esterne, e al piccolo centro di Castiglion Fiorentino.

Eremo di San Francesco



Castello di Montecchio

Castiglion Fiorentino






E quindi, dopo aver letto questo articolo, volete ancora limitarvi alla conoscenza della sola Firenze (seppur bellissima!), o volete provare a scoprire anche questa parte di Toscana più nascosta?


Etichette: , , ,