#Sensomieiviaggi: i misteri dei miei viaggi



Questo mese è Claudia de Il Giro del Mondo attraverso i Libri a proporci il nuovo tema per il Senso dei miei Viaggi, e lo fa portandoci nella sfera dell'ignoto e dell'inspiegabile, proponendoci di raccontare le nostre personali esperienze riguardanti il mistero: fenomeni strani ed inquietanti, leggende e tradizioni che si tramandano di generazione in generazione, episodi che anche volendo non si riescono ad argomentare con spiegazioni razionali.

Quindi attenti, se siete deboli di cuore e vi impressionate facilmente, vi consiglio di non proseguire nella lettura!

Tutte le antiche dimore sono spesso circondate da un alone di mistero legato a storie e leggende che affondano le loro origini nella notte dei tempi, ma ogni castello che si rispetti per definirsi tale è sicuramente infestato da qualche fantasma o entità soprannaturale...
Se anche voi siete amanti dei castelli infestati allora non potrete proprio perdervi il Castello di Rivalta in provincia di Piacenza, sia per la bellezza dei suoi interni, sia perché qui sembra che si aggirino una moltitudine di presenze particolari...
Ebbene sì, non fatevi ingannare dalla mia foto soleggiata e in apparenza tranquilla, in questo maniero sono ben due le entità che convivono e si dividono "pacificamente" gli spazi e le stanze a loro disposizione!
La prima è quella del fantasma di Pietro Zanardi Landi, assassinato per questioni legate all'eredità e che si diverte a perseguitare gli eredi implicati nella vicenda; l'altra (molto più simpatica che paurosa) è quella del fantasma del cuoco Giuseppe, ucciso nel Settecento dal maggiordomo a cui aveva insidiato la moglie, e che sembra manifestarsi ancora oggi limitandosi però ad accendere e a spegnere gli interruttori...
Noi nel nostro giro non ci siamo accorti di niente di strano, ma vi consiglio di non rimanere troppo indietro rispetto alla guida e al vostro gruppo...

Foto N.1: Castello di Rivalta, Piacenza


Una leggenda affascinante legata ad un luogo sicuramente suggestivo è quella della Dama Bianca del Castello antico di Duino. La storia narra infatti di un sovrano malvagio che gettò la sua sposa dalle mura dell'antico castello, ma il cielo ebbe pietà di lei e le diede un corpo di roccia prima che si infrangesse sugli scogli. La Dama Bianca è proprio una roccia candida che, vista dal mare, sembra una figura femminile avvolta in un lungo velo. Si racconta che l'anima della donna si aggiri ancora qui, tra i resti del vecchio castello di Duino, e che certe notti prenda vita e vaghi senza pace...bhe, per stare sul sicuro noi l'abbiamo visitato di giorno, non si sa mai!

Foto N.2: Castello antico di Duino, Trieste


Fra le città che finora ho visitato, quella che immagino subito avvolta in un alone di mistero è sicuramente Praga, ed è lì che la mia mente è volata appena ho letto il tema che proponeva Claudia. Ogni vicolo di Praga è intriso di un'atmosfera gotica tutta particolare, ma se volete immergervi completamente nei suoi misteri e nelle sue tradizioni più macabre non potete assolutamente perdervi una visita al Museo delle leggende e dei fantasmi, situato proprio in una via sotterranea della Città Vecchia, la parte più oscura ed affascinante dell'intera città. Qui entrerete davvero a stretto contatto con le personalità più "eccentriche" della tradizione praghese...

Foto N.3: Museo delle leggende e dei fantasmi, Praga


Allora che dite, questo viaggio nel mistero vi ha lasciati più affascinati o più impauriti? E' strano ma a volte questi due stati d'animo sembrano proprio andare di pari passo...


Etichette: ,